Chi sono?

Ciao, mi chiamo Simone e vivo in una delle splendide città del Piemonte, terra di Santi, patrimonio del buon vino e del Palio, nelle terre dell’Unesco.

Nella vita mi occupo di programmazione informatica e di musica. Vivo per la musica: suono principalmente il pianoforte fin da quando ero piccolo, e ho sempre avuto un particolare interesse per musica sacra, i canti, i cori polifonici…

All’età di 13 anni iniziai a suonare in chiesa, ma avevo trovato alcune difficoltà vista la mia inesperienza; nonostante la mia buona volontà, non ero in grado da solo di costruire un repertorio per una messa. Sarebbe stato bello trovare su internet un sito organizzato con canti, testi e accordi, catalogato per tipologia e tempi ordinari, ma nonostante un assidua ricerca, non avevo trovato nulla.

Passano gli anni e all’età di 25 anni, incontro la Comunità Cattolica Shalom, comunità che ama la musica di qualità, un ambiente che mi ha fatto riscoprire la mia fede a “cuore aperto”.

Nel contempo conosco il mondo della “christian music” italiana e internazionale, dove attraverso i generi musicali definibili volgarmente “commerciali” riavvicina a Dio le persone che magari non vanno nemmeno la domenica a messa (le cosidette “pecorelle smarrite”), facendole riflettere e riscoprire quanto possa essere grande in realtà la loro fede.

L’anno seguente iniziai a fare parte dell’opera Shalom come musicista, dove spesso e volentieri ci si è trovati ad eventi dove ci chiedevano di suonare, ma non si aveva a portata di mano gli spartiti o i libretti dei canti; e allora ecco che mi venne l’idea di costruire un sito web.

Dentro me dicevo: “Se posso aiutare la mia Comunità, nel mio piccolo, chissà quanti altri addetti ai lavori fra coristi e musicisti posso aiutare!”

Così da Marzo 2018 è attivo il sito CANTIEACCORDI.IT

Il sito passo dopo passo vorrá diventare strumento per chi suona e canta al Signore. L’intenzione del progetto è di poter dare canti divisi per tipologia (canti a Maria, canti d’offertorio, ecc…) suddivisi per il tempo liturgico (ordinario, avvento, pasquale, ecc…), in modo da poter far conoscere anche canti nuovi provenienti da ogni dove, per rinnovare anche il repertorio delle nostre messe.

 

“Chi canta prega due volte”
S.Agostino